184 Views |  1

Alfredo Luxoro. Una conchiglia piena di simboli

di Rosanna Nobilitato

La conchiglia nella cultura classica latina e greca simboleggia la prosperità, la nascita (come vediamo nella Sacra Conversazione di Piero della Francesca esposta al Museo di Brera a Milano), la fertilità, il grembo materno e l’origine di Venere, creata dalla schiuma e portata a riva sulla cima di una conchiglia (come il sublime Botticelli la ritrasse vestita solo della sua immortale bellezza). La conchiglia rappresenta la vita, la resurrezione, la purificazione spirituale legata al battesimo (rinascita nella Grazia), e al pellegrinaggio (viaggio di purificazione).
Un tema di profonda spiritualità e nel contempo di sensuale percezione che Alfredo Luxoro – artista genovese attivo dalla seconda metà dell’Ottocento agli inizi del XX secolo – sviluppa con appassionato lirismo e una naturale luminosità in una grande tela che partecipa all’Esposizione Nazionale delle Belle Arti di Roma del 1883 con il titolo de “La Conchiglia”.
Un’opera giovanile importante che sottolinea che il suo stile, all’inizio vicino alla verità luministica della pittura di macchia in breve si avvicina alla tradizione pittorica romana, allora molto in voga, caratterizzata da un plasticismo di classica compostezza.