67 Views |  Like

Valentini. Abruzzo tra natura ed intelletto

Gelasio Gaetani d’Aragona

A Loreto Aprutino risiede, fin dal 1600, la nobile famiglia Valentini, proprietaria dell’omonima vasta tenuta in cui, già fin dal XVI secolo, producevano olio, grano e soprattutto vino. Naturalmente i discendenti della famiglia continuarono la gestione della tenuta ricomprendo importanti incarichi pubblici a livello locale.

Solo tre secoli dopo, agli inizi del ‘900 che Edoardo Valentini, uomo di grande carattere e prestigio, inizia ad occuparsi della tenuta di famiglia intraprendendo la strada della coltivazione di vini di alta qualità. Oggi è Francesco Paolo, figlio di Edoardo, ad occuparsi dell’azienda di famiglia; è un uomo innamorato del proprio lavoro e dei propri vini, e trascorre la maggior parte del suo tempo nella vigna perché “(…) il gran lavoro è in vigna, in cantina faccio poco, lascio al vino la libertà di esprimersi”.

I vitigni coltivati nelle sue vigne sono il Trebbiano – che esiste in queste zone da più di mille anni, tanto che ne scriveva già Plinio nella “Naturalis Historia” – e il Montepulciano d’ Abruzzo.

Le cantine Valentini fanno parte di un sistema vitivinicolo basato sulla mano che cura la vigna in accordo con la natura circostante e sull’intelletto della pura artigianalità. Francesco Valentini si presenta come un artigiano che mette in vendita le sue bottiglie solo quando sono pronte, senza dare importanza all’annata di vendemmia. Se non rispondono ai suoi criteri d’eccellenza alcune volte non le immette in commercio. A questo proposito Francesco rede chiaro il fil rouge su cui si basa la sua filosofia aziendale: “La filosofia più seguita attualmente scaturisce dalla scelta di fare il prodotto che richiede il mercato, con il risultato di dar viti a vini magari perfetti anche sotto il profilo organolettico ma standardizzati, tutti simili uno all’altro”.
Grazie al lavoro di decenni l’azienda Valentini rappresenta la più prestigiosa cantina del territorio abruzzese, la cui fama ha superato i confini nazionali, portando i suoi vini pregiati abruzzesi – in particolare il Montepulciano d’Abruzzo, Cerasuolo e il Trebbiano d’Abruzzo – ad essere riconosciuti in tutto il mondo per la loro elevata qualità. L’Azienda Agricola Valentini coltiva 70 ettari di vigne, ma per seguire la volontà di ottenere un vino di alta qualità volontariamente da vendere solo in 50.000 bottiglie l’anno.