2285 Views |  2

Gioielli da amare

Nel firmamento dell’alta gioielleria alcuni nomi sono iconici e splendenti come i diamanti, brillanti, smeraldi e rubini che le compongono: Cartier, Van Cleef & Arpels, Boucheron, Bulgari sono stati e continuano ad essere i punti di riferimento a livello internazionale del Fine Jewelry.

Incantevole una spilla in platino di Cartier del 1910 a due gocce intrecciate in diamanti taglio vecchio del peso stimato di carati 3,00, così come spettacolare è una collana di Boucheron del 1950 circa, a maglie ovali traforate trattenuti da motivi a fiocco, decoro a milligrano, diamanti taglio brillante del peso stimato di carati 10,00, punzone francese del platino e firma ‘Boucheron Paris’.

Deliziosa nella sua aerea eleganza una spilla anni ’50 in oro, rubini e diamanti a forma di spiga di grano di Van Cleef & Arpels, così come sperimentale è la sac de soir di Bulgari anni ’60 in oro con monete romane e brillante.

Suntuosa nella sua essenziale eleganza una collana in oro bianco, rubini e diamanti del 1940 circa, con motivo centrale con un diamante taglio cuore del peso stimato di carati 2,20, quattro diamanti taglio goccia del peso complessivo stimato di carati 2,00, collana in diamanti taglio vecchio del peso complessivo stimato di carati 4,00, rubini taglio rotondo per un peso complessivo stimato di carati 7,00.

Infine due anelli di assoluto fascino come quello in argento e oro di fine Ottocento con uno zaffiro di 11,83 carati e certificato GRS, e un solitario in oro bianco e diamante di taglio smeraldo del peso stimato di carati 4.30, capace di far brillare gli occhi e vibrare il cuore di qualsiasi donna.