• MASERATI BITURBO 425, 1985
  • MASERATI BITURBO 425, 1985
  • MASERATI BITURBO 425, 1985
  • MASERATI BITURBO 425, 1985
  • MASERATI BITURBO 425, 1985
  • MASERATI BITURBO 425, 1985
17
MASERATI BITURBO 425, 1985

Telaio/Chassis n. ZAM332B00 * EB200174
Motore/Engine n. AM453 Q

- Interni perfettamente conservati Missoni
- Certificata ASI
- Soli 36.783 Km indicate sul contachilometri
- Solo tre proprietari
- Tutti i libretti Maserati originali
- Volante antifurto in radica di noce Maserati(Optional)
- Volante in pelle originale

- Perfectly preserved Missoni interior
- ASI certified
- Only 36,783 km indicated on speedometer
- Only three owners
- All original Maserati documents


Stima € 10.000 - 20.000
Nel 1976 la casa del Tridente venne venduta dalla Citroen, il nuovo proprietario Alejandro De Tomaso volle immediatamente lanciare una nuova auto per imporsi nel mercato. Fu così che nel 1982 venne presentata la Maserati Biturbo. Una macchina caratterizzata dalle linee classiche ed eleganti di una coupè a 3 volumi e da una impostazione tecnica classica, con il motore posto in posizione anteriore e longitudinale, la trazione posteriore, le sospensioni anteriori a ruote indipendenti e l’impianto frenante con dischi davanti e dietro.
Tutte montavano un motore V6 bialbero a carburatori con ben 2 turbocompressori, da qui deriva il nome Biturbo, che le permetteva di raggiungere la incredibile velocità di 215km/h. Per far fronte alla richiesta di produrre 35 auto al giorno De Tommaso, decise di assemblare nello stabilimento Maserati di Modena solo il motore e le sospensioni, il resto dell’auto sarebbe stato assemblato nello stabilimento della Innocenti di Milano a Lambrate.
Dopo ben tre anni di folle produzione caratterizzata da alti e bassi, in cui gli alti consistevano nella grandissima richiesta di ordini, che la Maserati si trovò ad affrontare principalmente grazie al grande richiamo del marchio del tridente, e anche al prezzo particolarmente invitante che fu dato in fase di lancio alla Biturbo nel 1982, mentre i bassi consistevano nella ahimè scarsa qualità di assemblaggio che spesso lasciava molto a desiderare e in qualche piccolo problema di progettazione e realizzazione, queste problematiche furono causate dal pochissimo tempo che fu concesso a De Tommaso da parte degli Istituti di credito che allora finanziarono questo progetto.
Per superare tutte le problematiche emerse durante la fase di produzione e consegna, la Maserati nel 1985 presento la nuova 425, una berlina a 4 porte, basata sul pianale della coupè allungato. Fu proprio questo modello a segnare l’ingresso del Tridente nel mercato competitivo delle berline di lusso veloci.
Il magnifico esemplare da noi proposto in asta è stato immatricolato per la prima volta nel 1985, e dopo un cambio provincia fatto nel 1988 da Milano a Bari ha sempre mantenuto la stessa targa. Ad oggi risultano solo tre proprietari in oltre 36 anni di vita. Questo modello a differenza della successiva versione 425I può erogare una potenza pari 196Cv contro i 186Cv della versione 425I. L’auto ad oggi si presenta nella sua colorazione originale grigia, alla carrozzeria è stata data una velata di vernice del suo colore originale solo all’esterno. Gli interni (realizzati dalla Missoni) sono assolutamente ed incredibilmente conservati, al suo interno trova posto anche il volante interamente realizzato in radice di noce (ufficiale Maserati) estraibile che altro non è che una funzione antifurto che Maserati aveva realizzato negli anni 80. Il Motore è stato sempre regolarmente tagliandato ogni anno (filtro olio, filtro aria, olio motore, cavi spinterogeno ecc..) non ha subito degli interventi rilevanti a parte la sostituzione della pompa dell’acqua nel 2020 e del tubo di scarico centrale. L’auto è dotata delle sue targhe originali (1988), di tutta la sua documentazione originale (libretti uso e manutenzione ecc…) ed è iscritta presso il registro storico dell’ASI. L’auto verrà battuta in asta alla kermesse di Milano AutoClassica 2021 in condizione incredibili.

In 1976 the Trident company was sold by Citroen, and the new owner Alejandro De Tomaso immediately wanted to launch a new car to make his mark on the market. In 1982, the Maserati Biturbo was presented. The car was characterised by the classic, elegant lines of a three-box coupé and a classic technical layout, with the engine positioned front and longitudinal, rear-wheel drive, independent front suspension and a braking system with discs in front and behind.
They were all fitted with a twin cam V6 carburettor engine with two turbochargers, hence the name Biturbo, which allowed the car to reach an incredible speed of 215km/h. In order to cope with the demand to produce 35 cars a day, De Tommaso decided to assemble only the engine and suspension at the Maserati plant in Modena, the rest of the car would be assembled at the Innocenti plant in Lambrate, Milan.
Three years of crazy production followed, characterized by ups and downs. The ups consisted in the huge demand for orders that Maserati had to face, mainly due to the great appeal of the trident brand and also and above all to the particularly attractive price that was given at the launch of the Biturbo in 1982. The downs, on the other hand, consisted in the unfortunate assembly quality that often leaves much to be desired and in some small design and construction problems.
In order to overcome all the problems that arose during the production and delivery phase, in 1985 Maserati presented the new 425, a 4-door sedan, based on the platform of the extended coupé. It was this model that marked Maserati's entry into the competitive market of fast luxury sedans.
The magnificent example we are offering at auction was first registered in 1985, and after a change of province in 1988 from Milan to Bari it has always kept the same number plate. To date there have been only three owners in over 36 years of life. This model, unlike the later 425I version, has a power output of 196 hp compared to 186 hp for the 425I version. The car is now presented in its original grey colour, the bodywork has been given a coat of paint in its original colour only on the outside. The interior (made by Missoni) is perfectly preserved, inside there is also the removable steering wheel made entirely of walnut root (official Maserati) which is nothing more than an anti-theft function that Maserati had made in the 80s. The engine has always been regularly serviced every year (oil filter, air filter, engine oil, distributor cables, etc. ..), it has not undergone any major interventions apart from the replacement of the water pump in 2020 and the central exhaust pipe. The car is equipped with its original plates (1988) and all its original documentation (owner's manuals, etc. ...). It is registered with the ASI historical register. The car will be auctioned at Milano AutoClassica 2021 in incredible condition.

1 2 3 4