762 Views |  Like

Porcellane e Vetri

di Luca Melegati

Qualità e conservazione hanno contraddistinto l’andamento per il 2012 delle Porcellane e Vetri.
Particolarmente significativo il risultato per un’elegante piatto in porcellana policroma della Manifattura Ginori a Doccia del 1750 circa, decorato al centro da un elaborato cartiglio sormontato da una corona marchionale e contenente le armi di matrimonio Marana-Isola, appartenente al più celebre servizio prodotto nella manifattura toscana in un gusto emblematico del più esuberante e colorato stile barocco. È evidente, in questa decorazione, l’influenza della manifattura Du Paquier a Vienna: fabbrica dalla quale, per altro, era giunto a Doccia il capo pittore Carl Wendelin Anreiter. Stimato 6.000 – 6.500 è stato aggiudicato a 9.300 euro.
Un vaso della manifattura Popov del 1820 circa, biansato e decorato con grande bouquet floreale, ha largamente superato la stima di 600 – 800 euro realizzando 8.680 euro. La manifattura Popov, fondata nel 1806 a Gorbonouvo da Charles Milly, passa rapidamente ad Alexander Popov: dal 1810 al 1830 diventa la fabbrica ceramica più interessante tra quelle attive in Russia e si distingue per i bei colori e le dorature utilizzate su oggetti molto aggiornati stilisticamente.
Infine s’impone un singolare piatto topografico in maiolica bianca e blu di manifattura pavese della prima metà del XVIII secolo, per la magnifica vista idealizzata di Pavia, circondata da alte mura, col bordo modellato a festoni di foglie e frutta, caratteristico portato delle fornaci Imbres e Rampini, battuto a 8.432 euro.