764 Views |  Like

La cultura della partecipazione

Wannenes nella primavera 2016 è stata protagonista di due eventi che confermano la volontà d’essere selettiva nella comunicazione, originale nelle scelte, inconfondibile nello stile.
Christiane d’Albis, nostra associata di Venezia, il 19 marzo è stata la padrona di casa di un pranzo al Circolo dell’Unione in onore di Marcella Ansaldi e Alberto Craievich – curatori della mostra “Geminiano Cozzi e le sue porcellane” allestita fino al 26 settembre 2016 a Ca’ Rezzonico, sede del Museo del Settecento Veneziano – e dei maggiori esperti internazionali della porcellana intervenuti all’inaugurazione di questo importante evento espositivo.
La rassegna presentava oltre seicento pezzi provenienti da musei italiani ed esteri e da importanti collezioni private, attraverso uno sviluppo sia cronologico che tematico, che illustrava l’evoluzione della manifattura Cozzi e le tipologie dei decori e dei vari oggetti, evidenziando da un lato una delle vicende storico-artistiche più affascinanti del Settecento e presentando, dall’altro, uno spaccato dell’attività manifatturiera dello stesso periodo che racchiude episodi di sorprendente modernità.

Il 12 maggio 2016 in anteprima a Torino, in collaborazione con Banca Patrimoni Sella & C., e con la partecipazione di Credit Suisse Asset Management, sono state presentate alcune delle opere più significative delle aste primaverili Wannenes, negli splendidi spazi di Palazzo Bricherasio, ospite l’associata per Torino di Wannenes, Chiara Benevolo Caroni.
Costruito nel 1636, il Palazzo è stato di proprietà d’importanti famiglie che nel corso dei secoli l’hanno ampliato e abbellito: negli anni Novanta del secolo scorso nasce la Fondazione Palazzo Bricherasio, per promuovere eventi culturali e l’organizzazione di mostre d’arte moderna e contemporanea. Nel 2010 il palazzo è stato acquistato da Banca Patrimoni Sella & C.