866 Views |  Like

Argenti

di Tommaso Teardo

Ribandendo un successo che si mantiene costante sia a livello italiano sia internazionale, il segmento degli Argenti, Avori, Icone e Arte Russa ha raggiunto un ottimo risultato per 2014, con oggetti che hanno spiccato per qualità, rarità e prestigio nella fattura, elementi essenziali per un pieno riscontro con un pubblico raffinato e competente.
Un esempio ci viene un centrotavola composto da tre candelabri in argento cesellato a Londra nel 1849 da John Samuel Hunt per Hunt & Roskell, successori di Storr & Mortimer, a base triangolare modellata e fusa riproducente delle rocce con la parte in alto degradante da cui si dipartono rami di vite intrecciati che formano l’intera struttura, pesante quasi 15 kilogrammi e battuto a 24.800 euro. Le opere così come la fortuna artistica di Paul Storr e Samuel Hunt raggiunsero il massimo splendore agli inizi del XIX secolo, con le prime manifestazioni di reazione contro il neoclassicismo inglese. I loro oggetti ricordano vagamente il Rococò e gli elementi vegetali del periodo eclettico, ma anche di sensuali citazioni classiche rivisitate con spregiudicato talento. Da segnalare inoltre un’elegante caffettiera in argento con base mistilinea e gradinata con corpo poliforme centinato e boccaglio antropomorfo, cesellata dall’orafo romano Gerolamo Francescoli nel 1776-1777, è stata esita a 21.080 euro. Un’arcaica quanto intensa icona palestinese del XIX secolo, realizzata a tempera su tela e raffigurante “La Gerusalemme”, ha raggiunto 16.120 euro, mentre deliziosa tabacchiera francese del XIX secolo in oro a tre colori con una miniatura raffigurante una scena allegorica con Apollo, Calliope e Melpomene, ha realizzato 14.880 euro.