117 Views |  Like

SOROLLA LA GIOIA DELLA LUCE

National Gallery Londra

Joaquin Sorolla, John Singer Sargent, Giovanni Boldini sono fra i migliori interpreti della Belle Époque come espressione di una élite culturale, sociale ed economica che faceva del privilegio un’arte del saper vivere che diveniva piacere della conoscenza. Un tempo perduto di incontaminata perfezione che Joaquin Sorolla y Bastida (Valencia 1863 – Cercedilla 1923) narra con eccelsa maestria cogliendo le sottili vibrazioni della luce e del colore in assolati paesaggi, in intensi ritratti, in scene di vita sociale dove il suo sguardo volto verso le quotidiane fatiche di una umanità dolente e muta. Erede di Velasquez e Goya che studia con passione al Prado, nei ritratti adotta una gamma di neri, grigi e una delicata gradazione di crema che, insieme ad una ricerca di introspezione psicologica della figura umana, tanto ricorda i due illustri predecessori artistici. Emerge oltre ad uno straordinario talento, la sua capacità di catturare la vita e il movimento, spesso all’aperto e su larga scala: le sue opere irradiano il bagliore del sole sull’acqua, il calore di un pomeriggio afoso e la frescura della brezza marina.

Fino al 17 luglio 2019 la National Gallery di Londra dedica al grande artista spagnolo una mostra con sessanta opere che ripercorrono tutto l’arco della sua vicenda artistica, intitolata “Sorolla: Spanish Master of Light” curata da Christopher Riopelle, con la consulenza di Blanca Pons-Sorolla, pronipote dell’artista e studiosa della sua opera.