126 Views |  Like

Avvinti da un breve incanto da sempre

MARCO RICCÒMINI E FRANCESCO MICHELI

Da sempre il mondo dell’arte affascina estimatori, collezionisti, esperti e semplici appassionati. Ma non sono soltanto gallerie, quadri e musei a catturare la nostra attenzione: l’arte, infatti, ha un valore e può essere venduta e acquistata. Ma come funziona davvero? Come si diventa collezionisti e quali sono i parametri e le informazioni da tenere in considerazione prima di fare un’offerta? Muoversi in un simile settore del resto non è facile né scontato, soprattutto per chi lo fa con entusiasmo ma senza una adeguata preparazione. Questi e altri argomenti sono stati trattati nella presentazione negli spazi della nostra sede milanese il 27 ottobre 2021 del libro Un breve incanto. Dizionario semiserio del mercato dell’arte , scritto con competenza da Marco Riccòmini (La nave di Teseo +, Milano 2021, euro 20.00, pagine 308), che vedeva la partecipazione di Francesco Micheli, raffinato collezionista e figura di spicco della prima stagione della casa d’aste Finarte di Milano fondata a Marco Manusardi, di cui è stato Presidente e Amministratore Delegato, e di Luca Melegati Strada, direttore Wannenes Milano e responsabile del Dipartimento Ceramiche e Vetri. Sfogliando questa sorta di manualetto l’autore ha selezionato 70 parole chiave capaci di svelare i misteri e i retroscena del mercato dell’arte attraverso il gergo, spesso incomprensibile, degli addetti ai lavori, spiegando con leggerezza il significato di sigle e acronimi tecnici, e descrivendo con stile asciutto ma incisivo come e quando si usano termini colloquiali che sembrano provenire da una sorta di slang per iniziati, in cui la padronanza del lessico è parte dell’incanto. Attraverso questo mini-dizionario artistico abbiamo un ironico e irriverente passe-partout per entrare in un mondo enigmatico, voluttuoso e a tratti spietato.