124 Views |  Like

Complessa semplicità

di Guido Wannenes

Semplicità complessa è il tratto caratterizzante dello splendido mobile di Pietro Chiesa a cui abbiamo dedicato la cover story di questo numero, magistralmente scritta da Valerio Terraroli. Ma semplicità complessa è anche il perfetto ossimoro per definire il lavoro di casa d’aste che racchiude in se una molteplicità di aspetti all’apparenza semplici ma nella realtà tanto articolati.
Ma le complessità non ci hanno mai spaventato, e così continuiamo a progettare nuovi orizzonti e nuove sfide per la nostra azienda specialmente in questo 2019 che si preannuncia molto ricco di novità.

A maggio inaugureremo la nuova sede di Palazzo Recalcati a Milano dove terremo aste di Gioielli & Orologi, Argenti & Arte Russa, Asian Art, Arte Moderna & Contemporanea, Tappeti & Tessuti Antichi, Memorabilia & Collectables. Con questa apertura Wannenes sarà l’unica casa d’aste italiana a curare regolarmente aste in due sedi in Italia, Milano e Genova, e una all’estero, Monte Carlo.

Nuova sarà anche la sede genovese per Design, Vini ed Auto, 2.000 metri di open space dedicati a tre dipartimenti centrali nelle strategie future dell’azienda.
E nuovi sono i tre esperti che si sono uniti alla nostra squadra e a cui sono lieto di dare il benvenuto: Angelo Piccini per gli Orologi, Giacomo Abate che dirigerà insieme ad Andrea Schito il dipartimento Design e Roberto Ruggeri, che curerà le aste di Memorabilia & Collectables.

Tutte queste novità si riflettono ovviamente nelle preview, mai ricche come in questo numero: argenti Valadier, ceramiche di Castelli, il 5 lire 1812 coniato sotto Gioacchino Murat, due capolavori di Paolo Pagani e uno di Ettore Tito e ancora due sculture di Adolfo Wilt dalla collezione Hoepli, due “Sasso” di Luigi Caccia Dominioni e un tappeto Agra molto particolare.

Meritano particolare menzione un diamante D color di oltre dieci carati ed ancora, le aste di gioielli e di dipinti della Belle Époque che presenteremo a luglio a Monte Carlo e le anticipazioni autunnali sui vini, protagonista Bepi Quintarelli, e Memorabilia, con una splendida foto di Ilona Staller e Jeff Koons.

Tutto complesso eppure semplice…vi aspettiamo!

Pietro Chiesa Mobile bar, ottone e ottone nichelato, cristallo molato e specchiato, legno,
Fontana Arte, 1935 circa
Stima 24.000 – 26.000