736 Views |  Like

Sparks of beauty

di B.Romanini e T.Scarlata

Unicità, estro e bellezza sono caratteristiche essenziali per orologi e gioielli di valore assoluto. Così l’alta gioielleria dona sensazioni uniche perché unisce la possibilità di scegliere il meglio tra quanto creato dalla Natura nel corso dei millenni insieme alla fantasia impareggiabile di esperti orafi. Le complicazioni meccaniche e le molteplici funzioni degli orologi d’eccellenza restano, oggi più che mai, oggetto di un collezionismo affascinato da questi straordinari oggetti di misurazione del tempo in opera dai più rinomati maîtres orologiai.
Nella prossima asta di Gioielli e Orologi del 28 novembre verranno presentati tre splendidi oggetti che rappresentano, per le maison che le hanno create, gli apici di una felice stagione creativa.
Il primo è un orologio da polso Rolex Chrono in acciaio, ref.4048 del 1940 circa, cassa Oyster in acciaio, n. 206277 e firmato Rolex Oyster Chronographe Antimagnetique: il primo Oyster con l’aggiunta del terzo contatore delle ore, viene chiamato il “barilotto”, nome dato per il relativo bottone di carica con una forma particolare che risulta, estremamente desueta ed affascinante ovvero molto bombata, quasi curva.
Il secondo è un anello Trombino di Bulgari del 1950 circa, in platino, smeraldo e diamanti, un modello particolarmente iconico per la maison romana in quanto creato nel 1932 da Giorgio Bulgari per Leonilde Guilenetti, la sua futura moglie, come vera di fidanzamento.
Il terzo, infine, è una collana e anello in oro, calcedonio e corallo, firmati Van Cleef & Arpels, e databili al 1970 circa: la particolarità di questa collana è che può essere divisa e indossata in quattro bracciali, mentre il pendente diventa una spilla.