713 Views |  Like

Moderni Felici e Indipendenti

Esseri indipendenti da qualsiasi corrente artistica, dalle influenze che incidono sul percorso di formazione, e capaci di creare un proprio mondo poetico, che diviene lo spazio dove artista e fruitore entrano in contatto attraverso segni, colori, fantasia e capacità di guardare oltre la realtà. Raoul Dufy e Carol Rama, protagonisti solitari di un XX secolo che ci ha lasciato un’eredità dei padri della modernità come Picasso, Matisse, Mondrian, Kandinsky, e fra gli italiani, Balla, Boccioni, De Chirico, hanno perseguito con lucida coerenza un percorso sotterraneo ma felicemente vitale, dove la grandezza si misurava nella gioia stessa d’essere artisti.
Nella prossima asta milanese del 24 novembre di Arte Moderna e Contemporanea negli spazi della Sala Carroponte di Open Care, spicca per il suo coinvolgente entusiasmo cromatico una tela di Raoul Dufy del 1929, dal titolo Nice, les barques, (inserita nel catalogo ragionato, tomo II, n. 473, pag. 54: Collezione Barbaroux, Milano; “Exposition d’Art Francaise”,Palazzo Venezia, Roma, 1946), che con la maestria di poche pastose pennellate riesce a ricreare il fascino e la luce di quella Costa Azzurra meta preferita del turismo internazionale.
Carol Rama, è stata esemplare per la sua indipendenza creativa in un percorso lungo e fecondo che iniziato nei primi anni Trenta frequentando assiduamente Felice Casorati (1883-1963) – all’epoca l’artista più noto e influente a Torino e il cui atelier è un effervescente cenacolo artistico e culturale – negli anni successivi si distingue per uno stile sempre più personale. Dopo aver aderito negli anni Cinquanta al Movimento Arte Concreta (MAC), dagli anni Sessanta fino alla sua morte nel 2015, entra in scena nella sua opera una quotidianità eccentrica e dissacrante, che in Prove a carico, un’opera in olio e gomma su tela del 2002, trova una sua astratta e divertita sostanza nell’accostamento di un frammento di camera d’aria e un disegno appena accennato (imperdibile la grande mostra retrospettiva dedicata all’artista “La Passione secondo Carol Rama” alla Galleria d’Arte Moderna di Torino fino al 5 febbraio 2017)