462 Views |  Like

Luigi Valadier tra estro e arcadia

Frick Collection New York

Disegnatore di talento, designer, orafo, argentiere e fonditore di bronzo, Luigi Valadier (Roma 1726 – 1785) è stato una delle figure più importanti dell’arte decorativa del XVIII secolo nella Città Eterna dove convivevano l’esuberanza rococò e il nascente rigore neoclassico. Le sue opere, preziose e stravaganti, sia nei materiali che nell’ideazione, evocano una classicità maestosa e sensuale tanto amata dai colti e raffinati viaggiatori aristocratici che vedevano nella Roma imperiale una tappa fondamentale del Grand Tour.
Nella mostra “Luigi Valadier: Splendor in Eighteenth-Century Rome” alla Frick Collection di New York (31 ottobre 2018 – 20 gennaio 2019), oltre cinquanta oggetti e disegni raccontano tutto l’arco della sua vicenda artistica, attraverso importanti prestiti dall’Europa e dagli Stati Uniti.
Curata da Alvar Gonzàles Palacios, suo massimo esperto, è la prima monografica che analizza la carriera di un’artista che con sorprendente ispirazione ha deliziato il raffinato gusto di papi, sovrani e appassionati conoscitori, tra i quali possiamo annoverare le prestigiose famiglie romane dei Borghese, Colonna, Chigi, Odescalchi e Giustiniani.