2117 Views |  Like

Arredi e Arti Decorative

Molto soddisfacenti sono stati, nel primo semestre 2018, i risultati ottenuti dal dipartimento deli Arredi, Sculture e Oggetti d’arte, che in due appuntamenti a marzo e maggio – il secondo dei quali comprendeva tra l’altro l’interessante raccolta di mobili genovesi del XVIII secolo provenienti dalla collezione del notaio Clemente Ferrari – ha totalizzato 1.696.092 euro con una percentuale di venduto per lotto del 65.6% e per venduto 203.8%. Proprio dalla raccolta Ferrari provengono una coppia di grandi torcieri del XVIII secolo in legno scolpito, laccato e dorato battuta a 56.250 euro ed ancora sei sedie in legno di noce del XVIII secolo che hanno raggiunto entrambi i 32.500 euro.Nel medesimo catalogo del 15 e 16 maggio il marmo è stato davvero il grande protagonista, a partire dal bel busto maschile firmato da Gaetano Monti (Ravenna 1776 – Milano 1847) battuto a 25.000 euro, e da due sculture in porfido e breccia medicea raffiguranti due busti all’antica, probabilmente Vitellio e Giulio Cesare, passati di mano a 22.500 euro. Ancora buoni risultati per gli arredi con un cassettone romano del XVIII secolo impiallacciato in legni vari (battuto a 22.500 euro), mentre un cassettone impiallacciato in bois de rose e bois de violette, realizzato in Francia nel XVIII secolo da Antonie Criaerd, è stato esitato a 18.750 euro.

Coppia di grandi torcieri del XVIII secolo in legno scolpito laccato e dorato
Aggiudicati a € 56.250