1211 Views |  Like

Argenti, Avori, Icone e Oggetti d’Arte Russa

Molto soddisfacenti i risultati, per la prima parte del 2018, del dipartimento “Argenti, Avori, Icone e Oggetti d’Arte Russa”, che ha totalizzato 846.768 euro, con una percentuale di venduto per lotto del 73% e per valore del 100%. Tra le aggiudicazioni più interessanti quella ottenuta da un set di dodici piatti in argento del 1815, realizzati a Londra da Paul Storr, esitati a 20.480 euro; da due icone raffiguranti rispettivamente la “Vergine col Bambino e il Cristo”, di Carl Fabergé ed eseguite a San Pietroburgo tra il 1908 e il 1917, che sono state battute fino a 18.750 euro, e da una pantera di Buccellati, di oltre due chilogrammi e mezzo di peso, aggiudicata a 16.250 euro. Da segnalare, ancora tra le opere d’arte russa, un kovsh in vetro e argento (Mosca, databile tra il 1908 e 1917) esitato a 11.250 euro, una icona con la “Nascita della Vergine” con riza d’argento eseguita a Kazan nel 1843, aggiudicata a 11.250 euro, ed una altra, con la figura del “Mandilion”, del XIX secolo, battuta a 9.375 euro.

 

Carl Fabergé Coppia di icone con Vergine col Bambino e il Cristo, 1908 – 1917
Aggiudicate a € 18.750