1306 Views |  Like

Argenti, Avori, Icone e Oggetti d’Arte Russa

Continua il trend positivo del Dipartimento Argenti, Avori, Icone e Oggetti d’Arte Russa che ha totalizzato 1.522.324 euro, con una percentuale di venduto per lotto dell’80.9% e per valore del 173.6%. Tra i risultati più interessanti, con un’identica aggiudicazione a 40.000 euro, un servizio in argento dorato e laccato realizzato a Mosca nel 1885 dall’orafo Pavel Ovchinnikov alle insegne imperiali composto da un vassoio e sei bicchieri, ed una icona di scuola veneto-cretese del XVII secolo di Emmanuel Tzanes raffigurante La Resurrezione di Lazzaro. Un’elegante coppia di candelabri in argento di Robert Garrand del 1873, ispirati ai candelabri del 1773 di John Carter su disegno di Robert Adam, sono stati esitati a 25.000 euro, mentre un’icona del 1896 -1908 raffigurante San Sergio di Radonez con riza in argento dorato e smalti è stata battuta a 24.700 euro. Da segnalare un set di dodici piatti in argento del 1815, realizzati a Londra da Paul Storr, esitati a 20.480 euro, e due icone raffiguranti rispettivamente la Vergine col Bambino e il Cristo, di Carl Fabergé eseguite a San Pietroburgo tra il 1908 e il 1917, che sono state battute a 18.750 euro.

 

Robert Garrand Coppia di candelabri in argento, Londra, 1873 Aggiudicati a € 25.000