96 Views |  1

How will we live together?

Biennale di architettura Venezia

La Mostra Internazionale di Architettura di Venezia 2021 – giunta alla sua 17° edizione e curata da Hashim Sarkin, Preside della School of Architecture and Planning al Massachusetts Institute of Technology (MIT) – si terrà tra il Padiglione Centrale ai Giardini, l’Arsenale e Forte Marghera dal 22 maggio al 21 novembre 2021, e conterà di 113 partecipanti in concorso provenienti da 46 paesi.

Il titolo è aperto ad un futuro condiviso “How will we live together?” (Come vivremo insieme?) secondo il curatore “è una domanda tanto sociale e politica quanto spaziale. Aristotele, quando si pose questa domanda per definire la politica, propose il modello di città. Ma più che mai, gli architetti sono chiamati a proporre alternative. Come cittadini, impegnamo la nostra capacità di sintesi per riunire le persone attorno alla risoluzione di problemi complessi. Come artisti, sfidiamo l’immobilismo che deriva dall’insicurezza di chiedere “Cosa succederebbe se?”. E infine come costruttori, attingiamo dal profondo del nostro inesauribile ottimismo”.

Uno grande esempio ci viene da Lina Bo Bardi (1914 – 1992), architetto, designer, scenografo, artista e critica italiana naturalizzata brasiliana, a cui verrà attribuito il Leone d’oro speciale alla memoria, capace di essere coordinatore e creatore di visioni collettive durante le guerre, i conflitti politici e l’immigrazione del XX secolo. Esempio superbo del suo approccio multidisciplinare è il Museo di San Paolo, dove la forma architettonica diviene arte sociale capace di favorire l’incontro aperto e inclusivo delle idee e delle persone.