757 Views |  Like

Gli Hohenzollern nel piatto

di L.Melegati

L’asta di argenti, avori, icone e oggetti d’arte russa del 13 novembre presenta ventuno piatti d’argento di Johann George Hossauer (1794 – Berlino – 1874) realizzati nel 1829 per il servizio di nozze del principe Guglielmo di Prussia con Augusta di Sassonia-Weimar-Eisenach, avvenuto il 21 giugno di quell’anno. Nei dodici piatti piani, due fondi, tre da portata, tre ovali, uno da coltello e uno da portata (che recano il motto Gott mit Uns del Principe Federico Carlo (1828-1885) nipote dell’Imperatore Guglielmo I), per un peso complessivo di oltre diciotto chilogrammi, è cesellata l’aquila di Prussia coronata con la collana dell’Ordine dell’Aquila Nera. L’orafo berlinese – famoso in tutta la Germania per la sua fabbrica di rame, oro, argento, bronzo in stile inglese che contava più di 100 dipendenti – prese come modello quelli eseguiti nel 1806 dagli orafi londinesi Digby Scott e Benjamin Smith II per la famiglia del Barone William Bagot I. Il servizio era il regalo del padre di Guglielmo, il re Federico Guglielmo III di Prussia (1770 – 1840), e nell’essenziale eleganza che contraddistingue questa parte di servizio di nozze tra Guglielmo e Augusta, si riflette il potere della Corte prussiana nell’Ottocento.