431 Views |  Like

Arti Decorative e Design del XX Secolo

di Andrea Schito

La crescente attenzione del collezionismo nazionale ed internazionale nei riguardi del reparto delle Arti decorative e Design del XX secolo può considerarsi sicuramente lusinghiero per il 2012, che si è contraddistinto per la sua ampia offerta che dagli anni Quaranta agli anni Ottanta ha raccolto il gotha del design “Made in Italy”.
Autentico protagonista dell’anno appena trascorso è stato l’incantevole mobile bar anni Trenta, dalle linee essenziali ideato da Gio Ponti e Pietro Chiesa per Fontana Arte, in legno di faggio, ottone, cristallo specchiato, molato e curvato celeste, che da una stima di 15.000 – 20.000 euro ha raggiunto il record assoluto per quanto riguarda un oggetto di design di 59.520 euro.
Si segnala inoltre, come un pezzo d’eccellenza, una sedia in legno di quercia di Carlo Mollino, proveniente dagli arredi della “Casa del Sole” di Cervinia, che tra il 1947 e il 1954 impegnò l’originale architetto e design torinese nel suo primo progetto di unità abitativa, arredata con mobili funzionali da realizzarsi in serie, che da una quotazione di 7.000 – 8.000 euro ha raggiunto 27.280 euro.
Di grande prestigio anche il risultato raggiunto da una grande specchiera da parete di Ettore Sottsass – realizzata negli anni Cinquanta per Santambrogio & De Berti – in ottone e cristallo specchiato, che partendo da una valutazione di 8.000 – 9.000 euro è stata battuta a 18.600 euro