502 Views |  Like

Arte orientale

Il mercato dell’arte cinese consolida la sua espansione rispecchiando l’andamento economico globale: ottengono risultati ottimi prevalentemente pezzi che eccellono in rarità e/o qualità con decoro sia di gusto orientale che europeo. I pezzi di decorazione si mantengono stabili ma con risultati più contenuti.
Essendo il mercato cinese quello di maggior riferimento, sia per il commercio che per il collezionismo, l’interesse è puntato su pezzi preferibilmente del XVIII secolo e marcati del periodo, dove la porcellana è leader seguita da bronzi e giade. Per quanto riguarda gli avori, corni e coralli premia solo l’eccellenza, soprattutto del XVIII secolo.

Il top lot del primo semestre 2012 è stato un importante servizio di piatti in porcellana a decoro Famiglia Rosa, composto di 118 pezzi, di epoca Qianlong (1736-1795), aggiudicato a 173.600 euro, seguito da un’imponente, quanto raffinata nella fattura, montagna in avorio della prima metà del XX secolo con una moltitudine di figure tra le quali gli otto immortali, esitata a 74.400 euro. A dimostrazione che la vendita di un oggetto richiesto dal mercato rende più di qualsiasi investimento finanziario.