430 Views |  Like

Argenti, Avori, Icone e Oggetti d’Arte Russa

di Tommaso Teardo

Molto soddisfacenti i risultati per il dipartimento degli Argenti, Avori, Icone e Oggetti d’Arte Russa nel primo semestre 2017: la vendita del 15 maggio ha raggiunto gli 848.411 euro, con un’ottima percentuale del 70.8% di venduto per lotto e del 95.1% per valore.
Il top lot è stato un versatoio a forma di animale fantastico in cristallo di rocca montato in metallo dorato con pietre e cammei: databile al XVIII secolo, è stato battuto fino a 39.680 euro. Una coppia di doppieri di argento dell’orafo Paroletto di Torino, eseguiti nel 1780 circa, è stata aggiudicata a 32.240 euro, mentre un centrotavola a forma di leone alato in cristallo di rocca, argento e smalti, del XIX secolo, ha raggiunto 21.080 euro. Tra gli avori segnaliamo un ritratto di famiglia realizzato nell’Ottocento da un artista francese che è stato venduto a 14.880, euro ed un gruppo italiano in avorio, corallo e madreperla raffigurante la Vergine con Bambino, aggiudicato a 12.400 euro. Tra le icone, un esemplare con l’Angelo custode con riza in argento dorato, eseguita a San Pietroburgo tra il 1896 e 1908 dall’orafo Morozov (e provvista di bollo con insegne imperiali) è stata venduta a 19.840 euro. Infine, un bel servizio da tè e caffè in argento con vassoio, realizzato a Mosca dall’orafo Tarasov tra il 1899 e il 1908, è stato battuto a 16.120 euro.