759
JAN WILDENS
(Anversa, 1586 - 1653)
Paesaggio con figure
Olio su tela, cm 153X117
Estimate € 20,000 - 30,000
Jan Wildens completò il suo apprendistato con Peter van Hulst e divenne maestro nella corporazione di Anversa nel 1604 e tra il 1613 e il 1618 lo sappiamo in Italia dove soggiornò certamente Roma e a Genova, anche se la sua presenza non è menzionata dal Soprani né confermata da documenti. Tuttavia, come ben riassume Agnese Marengo, non poche opere dell'artista figurano nelle antiche collezioni cittadine e la data del 1614 che compare nella tela dedicata al mese di Luglio ; e partecipe della serie Brignole Sale oggi nei Musei di Strada Nuova ; suggerirebbero una permanenza genovese. Ad avvalorare questa ipotesi è anche il dipinto dedicato al mese di Novembre, dove la raffigurazione di Genova vista da levante attesterebbe una conoscenza diretta della città (cfr. A. Marengo, 'Genova per loro. Pittori fiamminghi nella prima metà del Seicento tra brevi soste e lunghe permanenze', in 'Van Dyck e i suoi amici fiamminghi a Genova 1600 - 1640', catalogo della mostra a cura di A. Orlando, Genova 2018, pp. 135 ; 136). Ma a confermare con certezza l'attività genovese di Wildens sono le tele rese note da Anna Orlando raffiguranti il mese di Aprile e Agosto realizzate in collaborazione nei brani di figura con Cornelio de Wael (cfr. 'I Fiori del barocco. Pittura a Genova dal naturalismo al rococò', catalogo della mostra a cura di A. Orlando, Milano 2006, pp. 122 - 125, nn. 43 ; 44). Tornando alle opere qui presentate rivelano non solo le qualità pittoriche dell'artista, ma attestano che Wildens più di ogni altro fu in grado di trovare sintonia con il paesismo di Pietro Paolo Rubens e la sua spiccata sensibilità estetica. Ciò si percepisce osservando l'ampiezza delle pennellate, la regia luministica e la gamma della tavolozza. Dal punto di vista stilistico possiamo invece collocarne l'esecuzione alla maturità, in analogia con il 'Paesaggio con pastore e gregge' firmato e datato 1631 del Museo Koninklijke di Anversa (cfr. Adler 1980, n. G49, fig. 76) e il 'Paesaggio roccioso' del Museo Mayer-Van den Borgh di Anversa (cfr. Adler 1980, n. G47, fig. 72).


Il dipinto è corredato da schede critiche di Fred G. Meijer e di Marco Chiarini


Bibliografia di riferimento:

W. Adler, 'Jan Wildens, der Landschaftsmitarbeiter des Rubens', Fridingen 1980, ad vocem

Y. Thierry, 'Les peintre flamands de paysage au XVIIe Siecle. Des precurseurs a Rubens', Parigi 1986, pp. 271 ; 275

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50