594
GIAN LORENZO BERTOLOTTO
(Genova, 1640 - 1721)
Le tentazioni di Gesù nel deserto
Olio su tela, cm 40,5X75
Estimate € 500 - 800
Sia pur sporco e con una vernice molto ossidata, il dipinto mostra brani pittorici di alta qualità. In modo particolare se analizziamo le piccole figure in primo piano, che realizzate con pigmenti raffinati e una sapiente stesura suggeriscono l'attribuzione a Gian Lorenzo Bertolotto. Il sapore di questi brani dalla forte impronta grechettiana, indicano altresì la precocità dell'esecuzione. Il Soprani, infatti, ricorda che il Bertolotto dopo un primo apprendistato con il padre frequentò tra il 1661 e il 1663 la bottega di Giovanni Benedetto Castiglione, ma in quegli anni altrettanto evidente era l'indole naturalistica espressa dal pittore, con esiti prossimi a Gioacchino Assereto e Orazio De Ferrari. D'altronde, il ritrovamento del 'Martirio di San Giacomo' realizzato nel 1661 per la Chiesa di San Domenico, attesta che in quegli anni l'artista esprimeva una piena autonomia di mestiere e che il rapporto con il Castiglione sia da interpretarsi in maniera assai diversa.

Bibliografia di riferimento:

C. Manzitti, 'Contributo a Giovanni Lorenzo Bertolotto', 'Paragone', 54.2003, Ser. 3, 51, 18-25

G. Zanelli, 'Giovanni Lorenzo Bertolotto', aggiunte al catalogo, in 'Paragone', 62.2011, Ser. 3,96, 3-18

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50