501
GAETANO CALLANI
(Parma, 1736 - 1809)
Madonna col Bambino e San Giovannino
Olio su tela, cm 46X36
Estimate € 2,000 - 3,000
Il Callani conosceva bene gli scritti di Winckelmann, era in buoni rapporti con il Mengs e la sua cultura 'à la page' la espresse assai bene anche con il pennello. Se pur tuttora poco noto e la critica, salvo Eugenio Riccomini, abbia prestato poca attenzione alla sua personalità, il pittore fu straordinariamente elogiato in vita, in virtù di una innata sensibilità classicista. Già ai primi anni Sessanta nelle sue opere scultoree licenziava un gusto all'antica in piena sintonia con i teorici del neoclassicismo e in netto anticipo rispetto al Canova, ed è quindi naturale che in pittura guardasse agli esempi di Correggio e Parmigianino. Ciò si evince osservando la tela in esame, che è quanto mai una elegante citazione del rinascimento parmense e in cui possiamo valutare le qualità tecniche dell'artista.

Bibliografia di riferimento:

E. Riccomini, 'I fasti. i lumi, le grazie. Pittori del Settecento parmense', Parma 1977, pp. 156 ; 192

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50