512
ANTONIO DIZIANI (attr. a)
(Venezia, 1737 - 1797)
Coppia di paesaggi
Olio su tela, cm 70X46 (2)
Estimate € 1,500 - 2,500
Figlio d'arte di Gaspare Diziani, Antonio fu prevalentemente pittore di paesaggi agresti, vicino ai toni lirico-pastorali di Zuccarelli e Zais. La tipica pennellata veloce e guizzante si riscontra in queste tele non solo osservando la scenografia, ma altresì le graziose figurine in primo piano. L'impostazione prospettica caratterizzata dalla sequenza degli alberi è altresì modulata dall'armonica sequenza di luci e ombre che segnano il digradare del terreno verso l'orizzonte. Il colore caldo e piacevole disteso con immediatezza senza trascurare i dettagli è anch'esso elemento riscontrabile nelle opere autografe del maestro, che con garbo riesce a riscattare in maniera antitetica la tradizionale paesistica del Settecento veneto con un garbo e una sensibilità quasi preromantica, non distante negli esiti da Bernardino Bison.

Bibliografia di riferimento:

F. Spadotto, 'Paesaggisti veneti del '700', Rovigo 2014, pp. 261-272

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25