503
PITTORE DEL XVII-XVIII SECOLO
Ganimede
Olio su rame, cm 8,5X10
Estimate € 1,000 - 2,000
Ispirata dalla favola ovidiana e dall'iliade omerica (Iliade, V, 265-267; XX, 231; 235), l'immagine descrive Giove tramutatosi in aquila che rapisce il giovane Ganimede. Al centro della composizione, sullo sfondo di un cielo addensato di nubi, si distende l'apertura alare dell'aquila a cui il giovane si trattiene. La scena, quasi di gusto araldico, trova nella tradizione rinascimentale diversi esempi illustrativi, a partire dalla bottega raffaellesca. Nel nostro caso l'iconografia sembra ispirarsi al disegno di Michelangelo Buonarroti custodito a Cambridge (Massachussetts) nel Fogg Art Museum (inv. 1955-75).

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25