di Redazione

Dopo il record mondiale appena registrato alle aste di Londra di ben 120.890 €, Bricolage, 1967 (che segue il precedente siglato a Milano lo scorso giugno proprio da Wannenes) il collezionismo internazionale ha definitivamente puntato gli occhi su Carol Rama. Complice una rivalutazione accademica di ampio respiro, le manifestazioni di gallerie private e musei pubblici dedicati a Carol Rama sono numerose.

La prestigiosa galleria Dominique Lévy ha recentemente avviato una collaborazione esclusiva con l’Archivio Carol Rama per gli Stati Uniti e il Regno Unito, l’accordo prevede una partnership anche con la Isabella Bortolozzi Galerie di Berlino, che continuerà  a rappresentare l’artista in Europa.

Questo interessante lavoro del 2002 è in vendita alla prossima Asta di Arte Moderna e Contemporanea di Wannenes che si svolgerà presso Open Care, in Via Piranesi a Milano, il prossimo 24 novembre 2016.

rama catalogo

Lotto 19  CAROL RAMA (Torino 1918 – 2015)

Prove a carico, 2002
Gomme, olio e acquatinta su tela, cm 80 x 60
Firmato e datato in basso a destra- firmato, datato e titolato sul retro
Stima € 15.000 – 20.000

Alla GAM di Torino è invece in corso fino al 4 febbraio 2017 una retrospettiva nutrita: “La passione secondo Carol Rama“. Con una selezione di circa 200 opere, la mostra ripercorre l’incessante sperimentazione di tecniche e l’inquietudine vitale dell’artista attraverso momenti salienti: dai primi acquerelli apertamente erotici ed espressionisti della serie Appassionata negli anni Trenta e Quaranta, ai collage/bricolage tattili degli anni Sessanta e Settanta in cui composizioni di materiali inquietanti, come siringhe, piccoli occhi in vetro o camere d’aria in gomma, sembrano guardare lo spettatore da fondi pittorici informali e magmatici, fino ai lavori e alle incisioni che l’artista realizza dagli anni Ottanta, dove appaiono corpi, dentiere, lingue, organi genitali, figure di animali e scarpe abitate da falli. Curata da Teresa Grandas e Paul B. Preciado per il museo MACBA di Barcellona e realizzata in collaborazione con la GAM e altri tre musei europei, la mostra giunge ora a Torino, nella città dove l’artista ha sempre vissuto e lavorato e nel museo che conserva molti dei suo capolavori.

IL CALENDARIO DI TUTTE LE ESPOSIZIONI

MACBA, Barcellona. dal 30 Ottobre 2014 al 22. Febbraio 2015

MAMVP, Parigi. dal 2 Aprile al 12. Luglio 2015

EMMA, Espoo. dal 14 Ottobre 2015 al 10 Gennaio 2016

IMMA, Irish Museum of Modern Art, Dublino. da Aprile a Luglio 2016

GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino dal 12 Ottobre 2016 al 5 febbraio 2017

carolrama gam

Figlia di un piccolo imprenditore che produceva anche biciclette, l’autodidatta Carol Rama inizia a dipingere fin dalla prima adolescenza. In seguito a episodi familiari dolorosi, tra i quali le cure psichiatriche della madre e il probabile suicidio del padre, la sua arte diviene un modo per esorcizzare sofferenza e paure interiori. Tra gli amici annovera Felice Casorati, Edoardo Sanguineti e Corrado Levi, e conosce Pablo Picasso, Man Ray, e Andy Warhol.

Leggenda vuole che la sua prima mostra nel 1945 venisse chiusa dalla polizia per oscenità.

Ha vissuto e lavorato in una casa di via Napione, dove ogni oggetto assumeva valori simbolici fino a fare della casa una grande opera d’arte totale.

Nel 2003 riceve l’importante riconoscimento del Leone d’oro alla carriera alla Biennale di Venezia, giunto dopo quasi settant’anni di attività intensa.

Muore a 97 anni nella sua casa studio.

carol-rama-2