pucci_benisichi_7-9nov12

7-9 novembre 2012

Totale aggiudicazioni € 767.043
Percentuale di venduto per lotti 76,2 %
Percentuale di venduto per valore 148,6 %

CONTATTI
Guido Wannenes
Chiara Guiducci

Tel. +39 010 2530097
Fax +39 010 2517767

ALBERTO PUCCI DI BENISICHI

Alberto Pucci di Benesichi, discendente da un’antica stirpe fiorentina che già nel XIII secolo godeva di fama e rispettabilità, era un personaggio unico nell’etica come nei modi di intendere la vita.
Una personalità eclettica, stravagante, di gran fascino, curiosa, che letterariamente poteva ricordare il grande “Gattopoardo” di Giueppe Tomasi di Lampedusa. La sua vita è stata vissuta singolarmente per bizzarria, estrosità, ricercata eccentricità. Non si occupava delle mode che riteneva superflue e passeggere, semmai era lui con il suo forte temperamento a crearne delle nuove. Un uomo con uno straordinario talento di narratore, quasi un affabulatore. Fin da ragazzino, nelle estati trascorse al circolo di Petralia ai ragazzi suoi coetanei narrava loro storie fantastiche che bevevano come acqua sorgiva. Viveva fuori da ogni stile di vita e osava cose oltre la norma, anche con una certa sfrontatezza – per ben due volte non si presentò all’appuntamento col prete per le pubblicazioni di matrimonio –, ma anche capace di profonda generosità – al barbiere suo locatario, molto preoccupato per la moglie malata, disse: «Prima pensi a sua moglie, poi pensiamo all’affitto».
Un collezionista onnivoro che non si tratteneva di fronte a tutto ciò lo attirasse: lettere prefilateliche, calici e pissidi, pianete, chiavi antiche, maioliche, pupi di presepi antichi, e il catalogo potrebbe andare avanti all’infinito tanto erano ampi i suoi interessi. Circondato dai suoi oggetti, che vivevano della sua passione di conoscitore, amava la dolcezza del bello: nella vita, nelle persone, nelle opere d’arte, che gli donavano gioia, ma soprattutto nei valori etici e spirituali che ancora si perpetuano nella sua famiglia.
Un uomo che dava una grande importanza all’intelligenza, sprezzante con i meschini e gli aridi di cuore. Questo era Alberto Pucci di Benesichi, una fiammata che ha illuminato la notte.

7-9 novembre 2012

Totale aggiudicazioni € 767.043
Percentuale di venduto per lotti 76,2 %
Percentuale di venduto per valore 148,6 %

CONTATTI
Guido Wannenes
Chiara Guiducci

Tel. +39 010 2530097
Fax +39 010 2517767