Acquistare in sicurezza è uno dei temi più delicati da considerare quando ci si avvicina all’arte e al suo mercato. Al Tefaf, la mostra mercato di Maastricht, è attivo un vetting molto severo che il giorno prima della fiera analizza con attenzione ogni opera in mostra per verificarne autenticità e qualità. Il visitatore in mostra si può concedere in questo modo di ammirare ogni lavoro senza porsi troppe domande.
Da qui, lo slogan caro ai collezionisti di tutto il mondo: Buy With Confidence.

E per chi vuole acquistare all’asta? Quali garanzie vengono offerte al collezionista?

tefaf_2

Wannenes, storica azienda genovese specializzata nell’arte antica e nel mondo antiquariale (oggi attiva con profitto anche nel moderno e contemporaneo) ha appena siglato un accordo con The Art Loss Register.

L’accordo sarà in vigore da maggio per i cataloghi di dipinti antichi, dipinti del XIX secolo e arte moderna.

Il servizio consiste nel controllo da parte di The Art Loss Register di tutte le opere di valoresopra i 1.500 euro presenti nei cataloghi delle aste. I lotti verranno confrontati con le banche dati delle forze dell’ordine permettendo così di trovare eventuali opere segnalate come rubate, e permettendo alla casa d’aste, prima della vendita, di ritirare le opere per tempo evitando tutti i problemi che seguono a un sequestro di un’opera rubata.

Questo servizio è molto apprezzato soprattutto all’estero ma anche in Italia, perché permette all’acquirente di avere certezza che l’opera in asta non presenti problemi.

The Art Loss Register è una realtà nata a Londra alla fine degli anni ’60, le prime collaborazioni con fiere d’arte sono negli Stati Uniti a New York. Già nel 1989 l’azienda contava un ammontare di circa 5000 furti segnalati annui, e nel 1992 un database di oltre 20.000 opere. Oggi, grazie alle moderne tecnologie il livello di attendibilità di questo business è cresciuto enormemente, lo staff ha guadagnato esperti da tutti i paesi e opera regolarmente in tutto il mondo. Il CEO Julian Radcliffe è costantemente interpellato e citato nella letteratura del settore. Insomma, tempi duri per gli affascinanti Lupin del nuovo millennio.

Paul CŽzanne (1839 Ð 1906) Bouilloire et Fruits (Pitcher and Fruits), 1888-90 Oil on canvas 19 3/4 x 24 in. (50 x 61 cm) Private Collection Photo: Michael Bodycomb

Paul CŽzanne (1839 Ð 1906)
Bouilloire et Fruits (Pitcher and Fruits), 1888-90
Oil on canvas
19 3/4 x 24 in. (50 x 61 cm)
Private Collection
Photo: Michael Bodycomb

Quest’opera di Cezanne rappresenta uno dei più celebri furti d’arte del ‘900. Rubato da una collezione privata a Boston nel 1978, è stato recuperato nel 1999 dopo una lunga indagine portata avanti con FBI e Polizia Svizzera. Successivamente è stato venduto per 30 milioni di dollari. Le rimanenti sei opere trafugate assieme al Cezanne sono state tutte tracciate e recuperate. Oggi, risiedono nella collezione americana originaria.

The Art Loss Register con Wannenes rappresenta un motivo in più per acquistare all’asta in sicurezza, o come dicono al Tefaf di Maatrischt: Buy With Confidence.

Vi ricordiamo i contatti dei nostri esperti di arte moderna e contemporanea, disponibili per una valutazione gratuita delle vostre opere.
La prossima vendita è in programma tra pochi mesi a Milano.

Contatti:

Milano  Massimo Vecchia m.vecchia@wannenesgroup.com
Tel. + 39 02 72023790

Roma  Guido Vitali g.vitali@wannenesgroup.com
Tel. + 39 06 69200565