Grande successo di pubblico e di risultati alle tre sessioni del catalogo di Design e Stile Italiano del 14 e 15 dicembre 2016, con un totale di 1.160.182 euro con un eccellente percentuale di venduto per lotti del 72.9% e del 157.6% per valore.

Top dell’asta una coppia di poltrone mod. 865, prodotte da Cassina nel 1955, in metallo verniciato e velluto imbottito (lotto 278) che da una quotazione di 8.000 – 10.000 euro, dopo una serie serrata di rilanci sono giunte a 43.400 euro.

A seguire uno specchio retroilluminato mod. 2044 di Fontana Arte negli anni Sessanta di Max Ingrand, in cristallo curvato, ottone verniciato, cristallo di gemme e specchiato, esitato a 40.640 euro (lotto 340).

2.340 MAX INGRAND

Alla terza piazza un divano mod. 865 di Cassina del 1955, en suite della coppia di poltrone top lot dell’asta battuto a 37.200 euro (lotto 279). Eccellente esito per una coppia di poltrone di Ico Parisi per Ariberto Colombo del 1947, in legno di noce tessuto imbottito, aggiudicate a 34.720 (lotto 309) e da una lampada da terra mod. n° 1036 di Gino Sarfatti per Arteluce del 1946, in marmo ottone e alluminio verniciato (lotto 286) battuta a 21.590 euro.

1.279 ICO PARISI POLTRONE

Per quanto riguarda la terza sessione dell’asta, denominata “Stile Italiano”, due lotti si dividono la leadership e sono otto poltroncine degli anni ’50 di manifattura italiana in legno, ottone e velluto imbottito (lotto 520), e una lampada a sospensione in ottone, alluminio verniciato e vetro opalino (lotto 752) entrambi aggiudicati a 3.968 euro. La piazza d’onore a una lampada a sospensione anni ’60 della G.C.M.E, in ottone e alluminio verniciato battuta a 2.976 euro (lotto 420), e terzi ex equo a 2.728 euro, un divano anni ’50 in velluto imbottito di manifattura italiana (lotto 569), e un mobile bar con sgabelli anni ’50 in legno, ottone, cristallo molato e vinilpelle imbottita.

Gilberto Baracco, responsabile del dipartimento Arti Decorative e Design del XX secolo di Wannenes così commenta l’asta e il 2016: “L’ottimo risultato di questo catalogo, conferma un’attenzione in costante aumento sia a livello nazionale che internazionale verso il Design in generale e italiano in particolare, e questo è confermato da un incremento del 23.5% del fatturato complessivo rispetto al 2015. Un’andamento che possiamo riscontrare nell’offerta di tutte le case d’aste italiane che vedono aumentare in maniera continua il proprio volume d’affari, anche se a livelli assoluti d’esito, vi è ancora una sostanziale disparità data da una domanda internazionale assai più ampia, che interessa un collezionismo globale che chiede a investe al massimo delle quotazioni, verso un comparto che adesso esprime il gusto nomade e contaminato del XXI secolo”.

2 thoughts on “Design results

    1. Redazione 2 years ago

      Thank you for contacting us. If you login into Wannenes plus (after registration), you will be able to see the results of all Wannenes auctions . Best regards Wannenes staff